3 terapia per curare l’ernia al disco

L’ernia al disco è una patologia molto frequente, soprattutto tra le persone che svolgono la loro attività lavorativa prettamente in posizione seduta. Scaricando in modo scorretto il peso sulla colonna, i dischi posti tra le vertebre per favorire il movimento escono dalla loro sede provocando un’ernia. Per favorire il punto verde e evitare che si gira nuovamente, ci sono diverse terapie da provare senza dover ricorrere ai farmaci antidolorifici.

# 1 La ginnastica posturale

Anzitutto, è indispensabile imparare a stare nella posizione corretta per evitare di scaricare in modo sbagliato il peso. Per perseguire questo obiettivo, basta provare con la ginnastica posturale che insegna a stare nella posizione corretta per evitare traumi alla colonna. Altri tipi di ginnastica che possono essere di beneficio per chi soffre di mal di schiena cronico provocato dalla fuoriuscita di un disco infra vertebrale sono il pilates e lo yoga.

# 2 Il busto rigido

Non è così facile come potrebbe sembrare assumere la posizione corretta durante la giornata, sia da seduto che in piedi. Potrebbe quindi essere di grande aiuto utilizzare un supporto che costringa a stare nella posizione neutra per la schiena. Si tratta del busto rigido che va indossato per allineare la colonna e tenerla bene dritta, evitando problemi alla schiena che possono essere molto dolorosi, tanto da bloccare la persona che ne soffre a letto.

# 3 L’ozonoterapia

Una delle terapie che ultimamente si è rivelata tra le migliori per portare e curare l’ernia al disco è l’ozonoterapia. Grazie alle iniezioni intracutanee di una miscela di ozono, si riesce a stimolare la rigenerazione dei tessuti osteo articolari. Un tessuto ricco di ossigeno lavora meglio e contrasta ogni problematica. Inoltre, l’aumento di ossigeno nella zona aiuta a ridurre lo stato infiammatorio colpevole della sensazione dolorifica. Grazie a questa soluzione si riesce a ridurre il dolore senza fare uso di farmaci che possono avere interazioni con altre terapie farmacologiche in corso, dare allergie oppure avere controindicazioni varie.

Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.ds-ozonoterapia.it