Per ricordare gli ambienti domestici, esistono davvero molte soluzioni che si possono valutare e confrontare tra di loro fino a trovare la migliore per quanto riguarda aspetti come l’efficienza e consumi fatturati.

Radiatori

In generale, si può affermare che i radiatori siano tra gli impianti di riscaldamento più diffusi in circolazione per riscaldare gli ambienti domestici. Sono installati lungo le pareti di casa e al loro interno scorre acqua calda  prodotta dalla caldaia il cui calore si trasferisce poi all’aria circostante.

In linea di massima, è un buon sistema che garantisce una temperatura omogenea nei vari ambienti di casa ma occorre controllare sempre l’efficienza preoccupandosi anche dell’isolamento dell’ambiente. Alla caldaia comunque possono essere collegati anche altri sistemi come i termoconvettori che però sono meno diffusi.

A pavimento

Invece di sistemare i radiatori lungo le pareti, l’acqua calda scorre nei tubi sotto al pavimento, il quale resta caldo e rilascia il calore anche ore dopo che la caldaia è stato spento. Consente di scaldare ottimamente tutti gli ambienti domestici con consumi molto ridotti aiutando a tenere sotto controllo i costi fatturati in bolletta.

Insomma, è il sistema di riscaldamento migliore che ci sia per quanto riguarda l’efficienza. Tuttavia, bisogna tenere conto che per installarlo occorrono ingenti lavori che prevedono la demolizione di tutte le pavimentazioni. Di solito infatti si fa in fase di costruzione o ristrutturazione mettendo comunque in conto una cifra piuttosto alta.

Stufe e caminetti

Tra i vari sistemi per riscaldare la casa, occorre spendere qualche parola in più anche in merito a stufe e caminetti che possono usare legna, pellet o altri combustibili. Soprattutto le stufe a pellet sono molto in voga negli ultimi periodi. Sono soluzioni molto valide che però hanno lo svantaggio di non diffondere in modo omogeneo il calore se non fosse previsto un sistema di canalizzazione. Vale a dire che diffondono il calore solo nell’immediato vicinanze e la loro popolarità ha portato a un netto rialzo del pellet che quindi erode la convenienza che c’era in principio.

Di Editore